Sant’Orsola – vergine e martire

21 10 2007

21 ottobre – sant’Orsola vergine e martire

.
Nell’antica Britannia un re e sua moglie erano in attesa d’un figlio, e lo speravano maschio. Dio invece diede loro una bambina, dotata però d’animo virile. Dio, che chiama per nome coloro che ha predestinato, suggerì ai genitori di chiamarla Orsola, perché un giorno, come già Davide aveva fatto con l’orso, avrebbe soffocato il diavolo. Educata da principessa, eppure distaccata dalle ricchezze del mondo, Orsola sospirava le nozze con Gesù e meditava giorno e notte la legge divina. Il figlio unico di un re barbaro e pagano, che aveva assoggettato molti popoli, la fece chiedere in matrimonio, offrendole ricchi doni e promettendole città, campi, flotte, corona regale, ma anche terribili castighi in caso di rifiuto. Il padre è terrorizzato, diviso fra la ragion di stato e l’amore di Dio al quale sua figlia già appartiene; ha paura di massacri, di profanazioni, di distruzioni. Orsola si dà alla preghiera e al digiuno. Nella notte le viene rivelato in sogno il futuro: insieme alle compagne riceverà la palma del martirio. Orsola accetta, ma a queste condizioni: che il padre e il futuro marito le diano dieci compagne, e per ognuna altre mille, e undici navi, e un periodo di tre anni per fare della loro verginità un dono di consacrazione. Il padre aggiunge altre due condizioni: che il promesso sposo si faccia battezzare e sappia dare testimonianza di vita cristiana per tre anni. Accettate le condizioni, il padre da una parte e il fidanzato dall’altra raccolgono nel loro regno le vergini per questo “nuovo combattimento”, e le rivestono da regine, mentre l’intero popolo viene mobilitato per la costruzione e la decorazione delle navi. Ben presto la grande avventura verginale incomincia: le triremi accolgono questo esercito di ragazze, per lo più pagane, desiderose di conoscere il mistero che le aspetta. Orsola è la loro sovrana. Circondata dal suo esercito di vergini, Orsola col volto e il cuore nella gioia, rende grazie a Dio; poi rivela alle sue compagne il grande segreto, e incomincia ad istruirle nella pratica dell’amor di Dio, le incoraggia e le rende forti. Le amiche la ascoltano con intensa avidità, poi, levando al cielo le mani e il cuore, come se si fossero già votate a Cristo con giuramento militare, promettono fedeltà a tutti i doveri religiosi e si esortano reciprocamente a fare un cammino di santità. Erano tutte un cuor solo e un’anima sola, tutte attirate dall’amore di Cristo. Partite da un porto della Bretagna, scoppia un temporale e le navi sono trascinate fino a Tyel, verso la foce del fiume Reno e raggiungono Colonia, in Germania. L’indomani, a forza di remi, si raggiunge Colonia. La notte, nuovo messaggio: «Andrai a Roma e ritornerai con tutte le tue compagne, per il martirio. Riceverete qui la corona di giustizia, a motivo della testimonianza che avrete reso a Dio…Lascerete qui i vostri corpi corruttibili per pervenire alle nozze celesti nella gloria del martirio». Orsola fa conoscere il suo nuovo sogno alle vergini compagne e tutte gridano di gioia e, cantate le lodi al Signore, tutte d’accordo riprendono il viaggio. Per nave fino a Basilea in Svizzera, poi a piedi fino a Roma: qualche giorno per visitare le chiese e le tombe dei santi e per raccomandare la loro anima a Dio; poi tornano a Basilea a piedi, e di là a Colonia. Qui gli Unni si scagliano sulle vergini con grida selvagge e le uccidono. «Oh quale festa gaudiosa in cielo oggi – conclude la leggenda – e quale afflusso di cittadini in cielo! Quale gioia per gli Apostoli! Quale gloria comunitaria per i martiri e per le sante vergini che si rallegrano di veder crescere così il loro numero!»..

Annunci

Azioni

Information

5 responses

21 10 2007
Finz-o-sfera

Non la conoscevo la storia di sant’Orsola. Comunque se ti chiami così (orsella…orsola…potrebbe essere) tanti auguri di buon onomastico!

22 10 2007
S.B.

Beh, buon onomastico ! 🙂

22 10 2007
orsella

grazie finz!
grazie sb!

22 10 2007
Finz-o-sfera

Faccio un O.T. che mi picchierai…Ti va di scambiarci il link? fammi sapere 😉 Baci

23 10 2007
scappomaresto

occavolo
va a finire che me lo sogno stanotte
ascolta.. se decidi di organizzare anche tu una cosa del genere.. ecco… magari non contare su di me.. soffro il mal di mare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: